L’avvocato Stefano Vinti ottiene un’importante pronuncia. Un fatto è configurabile come “grave illecito professionale” solo in seguito alla discrezionale valutazione della Stazione Appaltante: la perdita del requisito di affidabilità e integrità sopravviene in corso di gara

Il Prof. Avv. Stefano Vinti e l’Avv. Angelo Buongiorno, impegnati come resistenti nel ricorso introdotto da un RTI secondo graduato in una procedura aperta indetta ai sensi dell’art. 60 del D. Lgs. n. 50/2016 e dell’art. 2, comma 2, della L. n. 120 del 2020, hanno ottenuto un’interessante pronuncia emessa dal T.A.R. Lazio: la n. […]

read more