Il T.a.r Lazio accoglie l’stanza cautelare presentata dall’ Avv. Prof. Stefano Vinti

Con ordinanza n. 5739 del 9 settembre 2022, la Sezione I-ter del T.A.R. Lazio – Sede di Roma ha accolto l’istanza cautelare presentata da una lavoratrice in merito alla procedura di regolarizzazione del rapporto di lavoro irregolare di cui all’art. 103 del D.L. 19 maggio 2020, n. 34.

Confermando la difesa svolta dall’Avv. Prof. Stefano Vinti, il Collegio ha sottolineato la posizione eccessivamente formale assunta dall’Amministrazione resistente che ha rigettato l’istanza di emersione presentata dal datore di lavoro in favore della lavoratrice ricorrente sul presupposto del mancato pagamento del contributo forfettario di Euro 500, evidenziando come, invece, gli adempimenti imposti dalla normativa erano comunque avvenuti prima della conclusione del procedimento.

In sede cautelare, il Collegio ha, quindi, fissato una nuova udienza per il riesame della posizione della lavoratrice: “considerate, in particolare, le motivazioni esclusivamente formali poste a fondamento del diniego, la inusuale durata e complessità della procedura – contraddistinta da ben tre comunicazioni di preavviso di rigetto – e l’avvenuto adempimento dell’obbligazione tributaria a seguito dell’ultima comunicazione ex art. 10 bis della L. nr. 241/1990 e prima della conclusione del procedimento” pertanto ha ritenuto “di dover ordinare il riesame della posizione della ricorrente entro il termine di giorni 60 dalla comunicazione o notificazione della presente ordinanza, rinviando per la prosecuzione all’udienza in camera di consiglio del 22.11.2022”.

Potrebbe interessarti anche